Browsing Tag

fiori

3 In Canada/ Giardini, parchi e orti/ Mondo/ Percorsi verdi

Il Giardino Botanico di Montréal

Se nella città in cui vivo esistesse un posto del genere, credo che vi andrei almeno una volta alla settimana. Per prendermi il mio tempo, fare una pausa dai ritmi frenetici, passeggiare con incanto tra infinite specie di piante e (perché no?!) leggermi un buon libro in mezzo alla natura, protetta e coccolata da un’atmosfera bucolica e rilassante. Il Jardin Botanique di Montréal, in Québec, è il terzo più grande al mondo, preceduto solo da quello di Londra e Berlino. Al suo interno ospita 22mila specie di piante, distribuite su 30 giardini tematici, che permettono di fare un giro del mondo e delle culture attraverso la natura. Vi anticipo alcune delle sue meraviglie, con qualche dritta su come muovervi e cosa non perdere.
Continue Reading →

0 In Piantala!

Primule, un soffio di primavera

Appunti: arrivare per primi è una bella soddisfazione. E non solo per chi giunge in pole position, ma anche per chi sa trarne giovamento. Ad inizio marzo, mentre qui e là la neve inizia a sciogliersi e le scaglie di brina sono sempre più rare, fanno capolino le primule. Già dal nome, si intuisce il loro punto di forza: la fioritura precoce. Dopo mesi di alberi spogli e riposi vegetativi, quando ancora non abbiamo archiviato sciarpe e cappelli di lana, scorgere questi primi esemplari in fiore scalda il cuore. E la mente: le primule sono il simbolo della rinascita, di un nuovo inizio. La primavera è dietro l’angolo, ma già possiamo afferrarla!

Continue Reading →

0 In Francia/ Percorsi verdi/ Viaggi

I profumi di Grasse: visita da Fragonard nell’anno della peonia

Fiore on the road: la peonia, il fiore celebrato per tutto il 2017 dalla profumeria Fragonard.
Chi mi conosce lo sa: i miei occhi sono il naso. Vivo attraverso i profumi, dalla fragranza pungente del quotidiano la mattina, all’odore della neve in inverno, passando dagli effluvi di erba appena tagliata, all’aroma del caffè. Tra i 5 sensi, il mio prediletto è senza dubbi l’olfatto. E per una persona come me, un viaggio a Grasse – capitale mondiale del profumo e pittoresca cittadina della Provenza, in Francia – è un’esperienza speciale. Gioia pura. Ma lo sarà anche per voi, perché Grasse ha un fascino d’altri tempi e gode di un microclima magico, beneficiando del sole del Sud della Francia, della dolcezza del Mediterraneo, della freschezza notturna dovuta all’altitudine e dell’abbondanza di corsi d’acqua. Tutti questi elementi convergono nel fare di questo luogo il posto ideale per la nascita e coltivazione di numerose specie di fiori e piante aromatiche. Per creare Chanel N°5, per dire, vengono utilizzati solo gelsomini di Grasse. Da queste parti, i fiori danno il meglio di sé. E proprio qui, ho visitato la storica Parfumerie Fragonard: un’esperienza avvincente, per scoprire come nasce un profumo, la professione del Naso, la differenza tra un eau de toilette e un eau de parfum, sviluppando una nuova sensibilità. Narici aperte, quindi, vi porto con me in questo viaggio aromatico!
Continue Reading →

0 In Mete insolite/ Piantala!

Iris, l’oro blu: dai profumi al gin

Iris @oltreilbalcone

È uno dei fiori più preziosi per i Nasi, quelle persone che per professione creano i profumi, dando vita – nelle opere più riuscite – a vere e proprie esperienze olfattive. Avete presente quelle inebrianti note di cipria? È tutto merito dell’iris, che vanta oltre 200 specie differenti, ma sono solo tre ad entrare nei bouquet ed essere utilizzate in profumeria: l’iris germanica, con fiori lilla e melanzana; l’iris fiorentina, dalla tonalità bianco latte e l’iris pallida (la mia preferita!), chiamata anche l’ “oro blu di Firenze”, per la sua felice collocazione geografica nell’assolato clima toscano.
Continue Reading →

0 In Piantala!

Ortensia, una storia d’amore

Ortensia

Se un giorno avrò una figlia, mi piacerebbe chiamarla così. La bellezza dell’ortensia è senza tempo. Per la sua eleganza vivace, l’aristocratica disinvoltura e quel sapore un po’ sognante, dato dal suo aspetto: nuvole di fiori che colorano con garbo balconi e giardini con alcune delle sfumature che più amo, azzurro, rosa e viola. Il suo nome è legato ad una storia d’amore.
Continue Reading →

2 In Europa/ Francia/ Viaggi

C’era una volta Châteauneuf | Borgogna

Fiore on the road: i narcisi, che colorano con allegria le fontane e gli ingressi delle case.
Chateauneuf @oltreilbalconeC’era una volta un borgo in Francia, con un castello medievale e graziose casette in pietra, incorniciate da fiori. E c’è ancora. Si chiama Châteauneuf e si trova nel cuore della Côte d’Or, in Borgogna. La regione celebre in tutto il mondo per i suoi rinomati vini, offre anche angoli bucolici da scoprire con una piacevole gita in giornata. Tra un calice di Pinot Noir ed uno di Chardonnay, vale la pena mettere il naso fuori dalle cantine: a neanche un’ora di macchina da Digione (leggi qui l’articolo), si raggiunge questo paesino fiorito con meno di 100 abitanti, classificato tra i più belli di Francia.
Continue Reading →

0 In Piantala!

Il blu autentico del fiordaliso

Fiordaliso @oltreilbalconeAppunti: è uno dei pochi fiori realmente blu, chiamato anche “ciano” proprio per la sua tipica colorazione (la “cianografia” è un procedimento di stampa che usa un acido azzurro). La tonalità ricorda quella dei preziosi lapislazzuli e dà vita al colore “blu fiordaliso”. Ha un fascino dal sapore antico: un tempo colorava i campi di grano con pennellate di blu, insieme ai papaveri rosso cremisi. In inglese si chiama cornflower, fiore del grano.
Continue Reading →

2 In Piantala!

L’irresistibile eleganza della peonia

Peonia @oltreilbalconeAppunti: voluttuosa e conturbante. Impossibile rimanerle indifferenti. Con la sua sensualità ed eleganza, la peonia conquista sempre. Tutti. “Nessuno fiorisce come la peonia“, scrive la scrittrice belga Amélie Nothomb, “confronto a lei, gli altri fiori sembrano imprecare a denti stretti“. Non rimane, quindi, che lasciarsi rapire dal suo fascino, con una consapevolezza: fiorisce una sola volta all’anno, per un breve periodo. Ma, in fondo, la longevità è una qualità sopravvalutata. La bellezza, come la felicità, è delicata e fuggevole.

Continue Reading →

2 In Piantala!

Il tempo delle rose

Rosa Gertrude Jekyll @oltreilbalconeAppunti: a volte ritornano. Da adolescente nel mio balcone non c’erano che rose. Poi, quando me ne andai di casa, mi dedicai ad altri fiori, un po’ per curiosità, un po’ per ribellione, avendo destinato tutta la mia giovinezza ad un unico genere, seppur ricco di molteplici specie. Con gli anni, tornò il desiderio di avere una rosa, ma lo lasciai lì, a lievitare, come una torta che continui a scrutare dal forno e non vedi l’ora di assaggiare. Ancora una volta. Aveva ragione la Volpe, quando diceva al Piccolo Principe: “è il tempo che hai perduto per la tua rosa che rende la tua rosa così importante“.

Continue Reading →

Continuando la navigazione su questo sito autorizzi l'uso di cookies. Maggiori informazioni

I cookies di Oltreilbalcone vengono attivati in modo da permetterti di avere la miglior esperienza possibile su questo sito. Se prosegui a visitare Oltreilbalcone senza cambiare le tue preferenze o cliccando "Accetto" qui sotto, ne autorizzi l'utilizzo.

Chiudi