Tag Archives: Africa

Boa Vista, incantesimo di sabbia | Capo Verde

Fiore on the road: le palme da datteri, che si incontrano avvicinandosi al Deserto di Viana.
Dune di sabbia chiarissima e cielo azzurro a Boa VistaSospesa tra cielo e mare, Boa Vista è una scheggia di deserto in mezzo all’Atlantico. Passeggiando per quest’isola di Capo Verde, grande circa 10 volte l’Elba, si ha l’impressione che il tempo non esista. Il fascino di questo luogo è un magnete che catalizza l’attenzione, polverizzando qualsiasi distrazione. Qui, ci si può anche dimenticare di non essere gli unici a popolare il mondo. Sotto un sole che batte implacabile, Boa Vista sfoggia una bellezza essenziale, senza fronzoli. Il colpo di fulmine è immediato. Le coste alternano scogli imponenti a dune di sabbia finissima, che sprofondano nell’Oceano. Nonostante il clima desertico, l’isola vanta un’incredibile varietà di paesaggi e un ventaglio di sfumature che rimane negli occhi. Vi porto con me in questo luogo, dove c’è un’unica grande protagonista: la Natura. I turisti (per ora) sono confinati nei pochi resort presenti ed i viaggiatori possono girovagare indisturbati, alla volta di oltre 50 chilometri di spiagge sabbiose, pressoché disabitate, e scorci dal fascino autentico.
Continue reading

2 Comments

Filed under Autunno, Capo Verde, Estate, Inverno, Primavera, Viaggi

Sapore di Sal | Capo Verde

Fiore on the road: la bombardera, tecnicamente la calotropis procera, grazioso fiore che spazia dal rosa al viola, frequente nel Deserto di Terra Boa. Il frutto che produce ha un liquido simile al latte, ma non è commestibile.
Isola del Sale (Ilha do Sal). Questo è il suo nome attuale, che subentrò a quello che aveva in precedenza: Ilha Plana, isola piatta. Entrambi i termini descrivono puntualmente questo coriandolo di terra baciato dal sole in mezzo all’Oceano Atlantico e racchiudono il segreto del suo successo. Perché Sal è l’isola di Capo Verde più gettonata dai turisti di tutto il mondo, che vengono qui per le sue spiagge da cartolina, per l’atmosfera spensierata che si respira a Santa Maria, vivace centro urbano sulla punta meridionale, e per la filosofia “No Stress”, tanto decantata dagli abitanti del luogo. Sal ha dato i natali ai più grandi campioni internazionali di kite surf, cresciuti a pane e vento, cavalcando con grazia e fantasia onde imponenti, capaci di raggiungere i 10 metri d’altezza, ed è diventata una meta cult per chi ama destreggiarsi in mare con la tavola. Vi suggerisco un itinerario dell’isola, alla volta dei siti da non perdere, delle spiagge più suggestive e degli indirizzi sfiziosi da scoprire a Santa Maria.
Continue reading

2 Comments

Filed under Capo Verde, Estate, Inverno, Viaggi

Capo Verde, paradiso amaro

Pianta on the road: la cistanche tubulosa, giallo limone, colonizza spesso i bordi delle strade e cresce anche sulla sabbia. Bella, ma parassitaria, non contiene clorofilla e per nutrirsi ruba la linfa alle altre piante.
Questa è una storia di vento. Di sole e di vento, che insieme danno vita ad un arcipelago indecorosamente bello. E ostile. Perché è una terra arida, priva di risorse minerali, dove non cresce nulla, o quasi. Dalla sua ha un mare pulito e pescoso, di un blu che si fonde con il cielo. Benvenuti a Capo Verde che, chiariamo subito il malinteso, verde non è (o, almeno, poco e solo in luoghi e periodi circoscritti, durante la stagione umida). Il Paese è un arcipelago composto da 10 isole di origine vulcanica, molto diverse le une dalle altre. Con una costante: lottano tutte contro i capricci del vento e devono far fronte ad un ambiente vulnerabile a causa della desertificazione e della secca. Sono terre dimenticate in mezzo all’Oceano Atlantico, ad una latitudine inconsueta tra il Tropico del Cancro e l’Equatore, a circa 500 chilometri dalle coste senegalesi. Isole che vennero popolate tardivamente, mica per caso. Eppure, i capoverdiani restano lì. O meglio, emigrano: nel resto del mondo ve ne sono molti di più che in patria (500.000 abitanti a Capo Verde e quasi il doppio all’estero). Ma poi tornano, in un continuo andirivieni. Perché mar fa rima con amar e penar, come ricorda il poeta nazionale Eugénio Tavares. Troppo intensa la sodade, quello struggimento cantato con dolcezza e tormento da Cesária Évora, la diva a piedi nudi che ha portato la morna – musica nazionale di Capo Verde – nel mondo.
Continue reading

8 Comments

Filed under Capo Verde, Estate, Inverno, Viaggi

Into the wild: Tsavo National Park, Kenya

Pianta on the road: l’acacia, con la sua caratteristica chioma ad ombrello.  Alcuni spicchi di mondo regalano colori che non sbiadiscono con il tempo. Sono tornata solo da poche settimane dal Kenya, eppure sono certa che anche a distanza di anni, quando penserò a quel viaggio, le immagini saranno nitide. Il Parco Nazionale dello Tsavo, il più grande del Paese, è uno di quei luoghi che rimangono negli occhi.
Continue reading

5 Comments

Filed under Kenya, Parchi & Orti, Primavera, Viaggi

Kenya, la Grande Bellezza

Emanuel viene a Watamu tutti i giorni da Malindi. In bicicletta. Lavora al Medina Palms, un lussuoso hotel sulla Costa del Kenya, dove è istruttore di kitesurf, canoa, paddle boarding, barca a vela. È un vero esperto di tutti gli sport sull’acqua. Parla bene italiano. Ha lavorato per 20 anni con un tour operator, gestendo turisti provenienti da ogni parte dello Stivale. Li portava in catamarano, insegnava loro a veleggiare sul windsurf. Lo fa ancora, ma i clienti sono un po’ calati. “Quando c’è gente, si guadagna qualcosa. Se non c’è nessuno, é più difficile lavorare. Quando gli hotel sono vuoti, non è bello per me”.
Continue reading

7 Comments

Filed under Kenya, Parchi & Orti, Primavera, Viaggi