Browsing Category

Mondo

6 In Canada/ Giardini, parchi e orti/ Mondo/ Percorsi verdi/ Viaggi

Parc de la Mauricie, la casa dell’orso nero | Québec

Parc Mauricie

Pianta on the road: le foreste di abeti che ricoprono il parco de la Mauricie.

Il Canada che avevo in testa, nel mio immaginario fatto di corsi d’acqua idilliaci e foreste sconfinate, l’ho trovato qui. Nel Parc de la Mauricie, dove la natura prende il sopravvento e la civiltà umana sembra lontana anni luce. In realtà, siamo a metà strada tra Montréal e Québec (leggi l’articolo dedicato), entrambe le città distano appena una manciata d’ore di macchina. Ma ve ne dimenticherete presto. Tra i pochi tangibili segni dell’uomo, una lingua d’asfalto panoramica di 63 chilometri che attraversa il Parco, tra maestosi abeti, betulle, pioppi, aceri e valli costellate di innumerevoli laghetti. La strada insegue l’ampio corso del fiume Saint-Maurice, che nasce dalle tondeggianti alture dei Laurentides (Monti Laurenziani), una delle più antiche catene montuose al mondo. E tra le molteplici meraviglie della natura che avrete occasione di ammirare da queste parti, preparatevi a fare un incontro molto speciale: l’orso nero, qui, è di casa.
Continue Reading →

8 In Africa/ Capo Verde/ Mondo/ Viaggi

Capo Verde, paradiso amaro

Capo Verde

Pianta on the road: la cistanche tubulosa, giallo limone, colonizza spesso i bordi delle strade e cresce anche sulla sabbia di Capo Verde. Bella, ma parassitaria, non contiene clorofilla e per nutrirsi ruba la linfa alle altre piante.

Questa è una storia di vento. Di sole e di vento, che insieme danno vita ad un arcipelago indecorosamente bello. E ostile. Perché è una terra arida, priva di risorse minerali, dove non cresce nulla, o quasi. Dalla sua ha un mare pulito e pescoso, di un blu che si fonde con il cielo. Benvenuti a Capo Verde che, chiariamo subito il malinteso, verde non è (o, almeno, poco e solo in luoghi e periodi circoscritti, durante la stagione umida). Il Paese è un arcipelago composto da 10 isole di origine vulcanica, molto diverse le une dalle altre. Con una costante: lottano tutte contro i capricci del vento e devono far fronte ad un ambiente vulnerabile a causa della desertificazione e della secca. Sono terre dimenticate in mezzo all’Oceano Atlantico, ad una latitudine inconsueta tra il Tropico del Cancro e l’Equatore, a circa 500 chilometri dalle coste senegalesi. Isole che vennero popolate tardivamente, mica per caso. Eppure, i capoverdiani restano lì. O meglio, emigrano: nel resto del mondo ve ne sono molti di più che in patria (500.000 abitanti a Capo Verde e quasi il doppio all’estero). Ma poi tornano, in un continuo andirivieni. Perché mar fa rima con amar e penar, come ricorda il poeta nazionale Eugénio Tavares. Troppo intensa la sodade, quello struggimento cantato con dolcezza e tormento da Cesária Évora, la diva a piedi nudi che ha portato la morna – musica nazionale di Capo Verde – nel mondo.
Continue Reading →

7 In Canada/ Mondo/ Viaggi

Québec, la città canadese dal fascino francese

Québec

Fiore on the road: il giglio, simbolo del Québec di cui la città è capitale.

La città è un pittoresco scampolo di Francia in Canada. Mi riferisco alla città, capitale dell’omonima provincia, che inizialmente chiamavo Québec City per differenziarla da quest’ultima: ecco, non fatelo. È la denominazione usata dagli anglofoni e ai locali (a maggioranza francofona) dà parecchio fastidio, perché ci tengono a rivendicare il proprio esprit francese, qui sentito più che altrove. Québec – unica città del Nord America a poter sfoggiare un centro storico cinto da mura, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO – è una deliziosa bomboniera. Oltre alla Città Vecchia, bella da togliere il fiato, e al famoso Château Frontenac, l’albergo più fotografato al mondo, fuori dalla cinta muraria ci sono intriganti quartieri moderni tutti da vivere: meno frequentati dai turisti, vantano una frizzante vita notturna, originali bistrot e progetti artistici che si fondono con il tessuto urbano. Vi porto con me nella capitale del Québec, con un itinerario che va oltre i soliti circuiti turistici. E se la cartina geografica ricorda che siamo in America, preparatevi ad assaporare un Canada dal sapore europeo.
Continue Reading →

2 In Giardini, parchi e orti/ Mondo/ Percorsi verdi/ Stati Uniti/ Viaggi

Buon 125° compleanno, New York Botanical Garden!

Galeotti furono i giardini botanici. Dopo una visita di quelli di Londra, in occasione della luna di miele di Nathaniel Lord Britton con la sua (neo)moglie Elizabeth Gertrude Knight, i due sposi decisero di riprodurli nella loro New York. I genitori di Nathaniel avevano, in realtà, pensato un futuro diverso per il figlio, tentando di condurlo verso gli studi ecclesiastici, ma la vita va dove deve andare. Lui, sin da bambino, fu attratto dal mondo delle piante, non tardando in età adulta a diventare professore di Botanica alla Columbia University. Ed insieme alla sua dolce metà – biologa esperta di muschi – dopo il viaggio di nozze fondò il Botanical Garden di New York, che quest’anno compie 125 anni ed è un’occasione in più per visitare la Grande Mela.
Continue Reading →

4 In Calici erranti/ Canada/ Mondo/ Viaggi

Cantons-de-l’Est: tra vini e cavalli, nel Québec più romantico

Cantons-de-l'Est

Fiore on the road: la pervinca, che dà il nome ad un’azienda vinicola nei Cantons-de-l’Est.

Ci sono luoghi che sembrano disegnati. È come se, in alcuni posti, l’uomo si fosse insediato con un tocco più gentile che altrove, raggiungendo una piacevole armonia con la natura circostante. Ne sono un bell’esempio i Cantons-de-l’Est (Eastern Townships, in inglese), pittoresca regione del Québec, a un’ora di macchina da Montréal. Il paesaggio, meno selvaggio che nel resto del Paese, è fatto di colline, distese interminabili di grano, laghetti, fattorie con dehors curatissimi e caselle della posta dipinte a mano. Se amate andare a cavallo, è il posto giusto. Quest’area si è affermata negli ultimi anni anche come zona di produzione vinicola e vale la pena visitare qualche cantina per degustare vini prodotti da uve che superano inverni estremamente rigidi.
Continue Reading →

8 In Canada/ Giardini, parchi e orti/ Mondo/ Percorsi verdi/ Viaggi

Nelle terre selvagge: i fiordi del Saguenay | Québec

Parco del Saguenay

Pianta on the road: le foreste di cedro bianco sulle rive del Saguenay, albero originario dell’America del Nord-Est. La sua presenza è un ottimo indicatore della natura del suolo ed il suo legno è particolarmente profumato.

Lasciata la città di Québec alle spalle, mi avventuro verso nord-est, nel Canada più selvaggio. Una striscia d’asfalto attraversa il Parc de la Jacques Cartier e l’incontaminata Riserva Faunistica dei Laurentides, che si estende per quasi 8 mila chilometri quadrati. La natura prende il sopravvento: non ci sono case, né distributori di benzina, è un susseguirsi infinito di alberi intervallati da molteplici laghi. Il verde e l’azzurro dominano incontrastati. Lungo la strada fanno capolino dei cartelli gialli che avvisano della possibile presenza di alci lungo il percorso (… e un pochino lo spero!). Dopo 3 ore di macchina raggiungo il fiume Saguenay, dove si trova l’omonimo parco naturale, il Parc National du Fjord du Saguenay. È un incantevole angolo di mondo remoto, composto da fiordi che si inoltrano in uno spettacolare canyon. Le acque scure sono fiancheggiate da rocce imponenti, che in alcuni punti raggiungono i 500 metri d’altezza, permettendo di ammirare scorci panoramici unici. Di una bellezza che toglie il fiato.
Continue Reading →

4 In Canada/ Giardini, parchi e orti/ Mondo/ Percorsi verdi/ Viaggi

Una giornata perfetta a Tadoussac, con le balene | Québec

Tadoussac Québec

Fiore on the road: le margherite rosa, che colorano i vialetti delle pittoresche case di Tadoussac.

A volte la fortuna ti bacia. Non capita spesso, ma quando accade è speciale. Ed è talmente sorprendente che non lo realizzi subito, ci vuole un po’ per metabolizzare che tutto è andato esattamente come doveva andare. Anzi, meglio. Con il tempo, prendi consapevolezza del privilegio e ti senti grato. Non c’è nessuno in particolare da ringraziare. Semplicemente è andata dannatamente bene. Punto. A me è successo a Tadoussac. Ho scelto tra le tappe del mio viaggio in Canada questa remota e graziosa cittadina del Québec perché pare sia uno dei luoghi d’elezione per l’avvistamento delle balene. Lo è davvero. Non solo ho potuto ammirare i maestosi giganti del mare, ma l’ho fatto anche da molto, molto vicino. Il mio rendez-vous con la fortuna è avvenuto qui, parecchi chilometri lontano da casa.
Continue Reading →

0 In Asia/ Mondo/ Thailandia/ Viaggi

Ko Tao, paradiso liquido | Thailandia

Ko Tao

Fiore on the road: le bouganville che incorniciano Sairee Beach, la spiaggia più lunga di Ko Tao.

Felicità è una mente blu“. La pensa così il ricercatore e scrittore Wallace J. Nichols, che descrive la Blu Mind come uno stato leggermente meditativo, caratterizzato da calma, serenità, armonia ed un senso generale di felicità e soddisfazione nei confronti della vita nell’istante presente. Andate a Ko Tao e la penserete esattamente come lui. La sorella minore di Ko Phangan (ve ne parlo qui) e Ko Samui – nella costa occidentale della Thailandia, nel Golfo del Siam – è la perfetta sintesi delle due isole appena citate, dalle quali dista appena una manciata di ore di traghetto. Vanta la natura dirompente della prima e l’allegra movida della seconda. Ma su tutto, c’è un grande protagonista, che ben permette di comprendere la profonda connessione ed empatia, teorizzata da Nichols, che si instaura tra uomo e acqua: è il mare. Ko Tao è il paradiso dei diver, sia principianti (in molti vengono qui per prendere il brevetto) che professionisti. E se le immersioni non vi interessano, armatevi di pinne e maschera: il modo migliore per scoprire quest’isola è nuotare, alla volta di suggestivi fondali e creature marine.
Continue Reading →

3 In Asia/ Mondo/ Thailandia/ Viaggi

Ko Phangan, l’isola che c’è | Thailandia

Ko Phangan

Fiore on the road: il profumo intrigante dei frangipani, che pervade la spiaggia di Ko Phangan.

Ci sono luoghi che pensavo esistessero solo nei film o nei libri di Jules Verne. E invece la realtà è sempre pronta a stupire e viaggiare insegna che altri mondi sono possibili. Ko Phangan è un’isoletta, grande più o meno la metà dell’Isola d’Elba, collocata nell’estremità sud-occidentale del Golfo di Thailandia. È un luogo votato all’ozio e alla contemplazione delle maree, con spiagge bianco latte, mare da cartolina e una fitta giungla che riveste l’entroterra. Fatta eccezione per la festa del Full Moon Party – che un giorno al mese riversa sull’isola oltre 30.000 persone da ogni angolo del globo -, Ko Phangan è un posticino tranquillo, dove non c’è molto da fare. Ed è questo il bello. Non rimane che prendersi il proprio tempo, leggersi un buon libro sull’amaca, farsi un giro in kayak, concedersi un massaggio rilassante e bersi un cocktail, ammirando incantevoli tramonti. Per ultimo (ma non meno importante), è anche l’isola dei cani.
Continue Reading →

2 In Asia/ Giardini, parchi e orti/ Mondo/ Percorsi verdi/ Thailandia/ Viaggi

Escursioni nella provincia di Chiang Mai | Thailandia del Nord

escursioni Chiang Mai

Pianta on the road: le piante del caffè, che si incontrano attraversando le foreste del Mae Taeng National Park.

Oltre ad essere una città intrigante, Chiang Mai è la base perfetta per partire alla volta di avventurose escursioni, soddisfando la mia sete di Giovane Marmotta. L’omonima provincia – che si estende nella Thailandia nord-occidentale – è ricoperta da fitte foreste, che offrono lo spunto per praticare molteplici attività all’aperto, dal trekking tra le orchidee selvatiche al rafting. E per chi ama l’alta quota, due delle cime più alte del Paese si trovano proprio qui, ad una manciata di ore dal centro abitato: il Doi Inthanon e il Doi Chiang Dao (rispettivamente 2.565 e 2.195 metri).
Continue Reading →

Continuando la navigazione su questo sito autorizzi l'uso di cookies. Maggiori informazioni

I cookies di Oltreilbalcone vengono attivati in modo da permetterti di avere la miglior esperienza possibile su questo sito. Se prosegui a visitare Oltreilbalcone senza cambiare le tue preferenze o cliccando "Accetto" qui sotto, ne autorizzi l'utilizzo.

Chiudi