Il posto delle fragole

fragole @oltreilbalconeAppunti: “Let me take you down ‘cause I’m going to Strawberry fields. Nothing is real and nothing to get hung about. Strawberry fields forever.”  Coltivare fragole è un gesto romantico. E’ come avere un intimo e raccolto “strawberry field” sul proprio balcone. Profumate, colorate e dal sapore dolcissimo, sono una deliziosa presenza negli orti urbani.


Durante il periodo rinascimentale, Luigi XIV (che la sapeva lunga) aveva una forte ammirazione per le fragole e le fece coltivare nei giardini di Versailles. Ma la fama del frutto si spinge molto più indietro nel tempo: i romani lo chiamavano “fragrans” a causa del suo inebriante profumo. Secondo la tradizione popolare si pensava avessero anche proprietà magiche e venivano utilizzate come antidoto al morso dei serpenti. Ho iniziato a coltivarle qualche anno fa, mettendole in una fioriera, orizzontale e mignon, lilla. Mi hanno sempre messo allegria, le fragole. Il comparire dei frutti ricorda che la bella stagione è alle porte e che le vacanze non sono poi così lontane. Profumano d’estate. Ed oltre ad essefe belle e simpatiche, hanno molteplici utilizzi: tagliate a metà e strofinate sulla pelle donano sollievo in caso di scottature solari. E ancora: sono un rimedio per l’herpes e regalano sorrisi smaglianti (strofinate sui denti li sbiancano e li proteggono dalla placca).

Curiosità: una delle rare particolarità delle fragole è di avere, a differenza degli altri frutti, i semi situati sulla superficie esterna e non interna. Contengono poche calorie, ma vitamine in abbondanza: C (che rafforza anche le difese immunitarie dell’organismo), E, B e K, oltre a potassio, calcio e acido ellagico, una delle sostanze con provate proprietà antitumorali. Sono antiossidanti, antinfiammatorie, possono essere assunte dai diabetici (contengono il fruttosio, che allo stato naturale è ben tollerato) e sembra che migliorino l’umore grazie alla capacità di stimolare serotonina e melanina.

Descrizione: pianta perenne, che cresce spontanea nei sottoboschi italiani, ha foglie dentellate riunite alla base in piccoli ciuffi. Vanta deliziosi fiori bianchi mignon, dai 4 ai 6 petali, da cui nasce il frutto rosso. In realtà, tecnicamente, il frutto vero e proprio è costituito dai semini gialli che si vedono sulla superficie (acheni).

Dritte:

  • Richiedono un’esposizione soleggiata e prediligono terreni sabbiosi.
  • Innaffiare regolarmente, meglio se di mattino presto, dando l’acqua alla base della pianta e non sulle foglie o sui frutti (se bagnati, diventano maggiormente soggetti a malattie e marciume).
  • Le fragole, una volta raccolte, possono rimanere in frigorifero per non più di 3 giorni (i frutti maturano tra aprile e luglio, talvolta rifioriscono nuovamente anche in autunno).
  • La pianta resiste bene al caldo e al freddo, ma in caso di gelate notturne è preferibile proteggerla con paglia o altro materiale per pacciamatura al fine di preservarla.


Leave a Comment

Filed under Estate, Piantala!, Primavera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *